Guida ISEE 2017 7 febbraio 2017 – Posted in: ISEE, Servizi CAF – Tags: ,

Mod. ISEE 2017 (DSU)

L’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è un parametro che determina la situazione economica del nucleo familiare. È l’unico strumento adottato da molti enti pubblici e privati per valutare la situazione economica delle famiglie che intendono richiedere una prestazione sociale agevolata (prestazione o riduzione del costo del servizio).

Il risultato deriva, oltre che dall’autocertificazione delle informazioni da parte del cittadino, dai dati reddituali che INPS attinge dagli archivi dell’Agenzia delle entrate e dell’INPS. Attenzione l’Agenzia delle Entrate è in possesso anche dei dati dei nostri conti correnti per cui conviene non dimenticarne nessuno.

 

SIMULATORE calcolo ISEE – Verifica la convenienza cliccando qui…

 

L’ ISEE (DSU) è valido dalla data di presentazione fino al 15 gennaio dell’anno successivo.

 

COME FUNZIONA:

Se vuoi approfittare dell’aiuto del nostro CAF dovrai:

  1. Preparare e fornirci la documentazione indicata a seguito;
  2. Informarci sulle motivazioni per cui vi occorre l’ISEE, che cambia secondo l’uso;
  3. Il nostro CAF provvede alla compilazione ed all’invio della DSU, e vi consegneremo copia della dichiarazione inviata e copia della Ricevuta di presentazione;
  4. Dopo circa 10 giorni lavorativi l’ INPS invierà l’Attestazione completa del valore ISEE e noi non appena la riceviamo dall’INPS vi contatteremo per il ritiro.

 

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:

Al fine di ottenere il calcolo del ISEE, è necessario avere alcune informazioni senza le quali non è possibile elaborare l’ ISEE. Si ricorda che l’ ISEE è a tutti gli effetti di legge un’autocertificazione; pertanto la seguente lista serve esclusivamente per permettere al dichiarante di recuperare le informazioni.

Per ciascun componente il nucleo familiare occorre:

DATI ANAGRAFICI

  • Copia Codice Fiscale dei componenti il nucleo familiare (per coniuge e figli a carico anche con diversa residenza)
  • Documento d’identità in corso di validità (per il solo dichiarante e/o del tutore/rappresentante legale)
  • Informazioni sull’abitazione del nucleo familiare: Contratto di locazione registrato (se il nucleo risiede in affitto), Dati catastali dell’immobile ( se il nucleo risiede in casa di proprietà), o comunicazione se il nucleo risiede in casa in usufrutto o comodato d’uso, ecc.

 

REDDITI relativi ai due anni precedenti la compilazione della DSU (se presentata nel 2017 – redditi 2015)

  • Modello 730 e/o modello UNICO (reddito complessivo ai fini IRPEF) se è stata presentata la dichiarazione dei redditi.
  • Modello/i CUD rilasciato dal datore di lavoro e/o dall’ente pensionistico se non c’è dichiarazione dei redditi
  • Certificazione attestante i compensi percepiti per prestazioni occasionali, da lavoro autonomo, etc…(es: venditori a domicilio, ritenuta d’acconto, etc…)
  • Certificazione relativa ai redditi esenti da imposta (esclusi i trattamenti erogati dall’INPS)
  • Certificazione/i relativa a trattamenti assistenziali, indennitari, previdenziali non soggetti ad IRPEF (esclusi i trattamenti erogati dall’INPS) erogati dalla pubblica amministrazione (es: minimo vitale)
  • Certificazione relativa ai redditi da lavoro dipendente prodotti all’estero
  • Dichiarazione dei redditi per i redditi prodotti all’estero presentata nello stato estero (residenti all’estero AIRE)
  • Assegni di mantenimento per il coniuge e per i figli corrisposti e/o percepiti (per i figli anche senza sentenza separaz.)

 

PATRIMONIO MOBILIARE relativo al 31/12 dell’anno precedente (per il 2017 saldo al 31/12/2016):

  • Depositi e c/c bancari e postali: saldo al 31/12 e giacenza media annua
  • Titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito, buoni fruttiferi (per i quali va assunto il valore nominale)
  • Azioni o quote di investimento, partecipazioni azionarie in società italiane ed estere quotate, partecipazioni azionarie in società non quotate, masse patrimoniali
  • Altri strumenti e rapporti finanziari (per Carte prepagate occorre il saldo al 31/12)
  • Contratti di assicurazione (per i quali va assunto il valore dei premi versati alla data del 31/12)
  • Patrimonio netto per le imprese in contabilità ordinaria e valore delle rimanenze finali e del costo dei beni ammortizzabili per le imprese in contabilità semplificata
Attenzione: Per tutte le tipologie di patrimonio mobiliare posseduto e’ necessario indicare data inizio e fine del rapporto finanziario se Aperto/Chiuso nel corso dell’anno.

 

PATRIMONIO IMMOBILIARE relativo al 31/12 dell’anno precedente (per il 2017 valore ai fini IMU/IVIE al 31/12/2016)

  • Visure e/o altra certificazione catastale (atti notarili di compravendita, dichiarazione di successione, etc…); se conosciuta per i fabbricati è sufficiente la rendita catastale e per i terreni agricoli il reddito dominicale
  • Valore delle aree edificabili
  • Quota capitale residua del mutuo (certificazione banca e/o piano di ammortamento)
  • Documentazione attestante il valore ai fini IVIE degli immobili detenuti all’estero
  • Atto notarile di donazione di immobili (solo in caso di richiesta di prestazioni socio-sanitarie residenziali a ciclo continuativo)

 

PORTATORI DI HANDICAP

  • Certificazione dell’handicap (denominazione ente, numero del documento e data del rilascio)
  • Retta pagata per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU)
  • Spese pagate per l’assistenza personale (detratte/dedotte nell’ultima dichiarazione dei redditi presentata; non deve essere inserita la spesa per badante/colf)

 

AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI DI PROPRIETÀ ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DSU

  • Targa o estremi di registrazione al P.R.A. di autoveicoli e motoveicoli (di cilindrata pari o superiore a 500cc) per ogni persona del nucleo familiare;
  • Targa o estremi di registrazione al R.I.D. di navi e imbarcazioni da diporto per ogni persona del nucleo familiare.

 

Potete scaricare questa guida in formato .pdf cliccando qui sotto

Download “ISEE 2017 - Guida.pdf” COMEM-Guida_ISEE_2017.pdf – Scaricato 214 volte – 5 MB